Physical Address

304 North Cardinal St.
Dorchester Center, MA 02124

I migliori monopattini elettrici da acquistare nel 2022: recensioni e guida all’acquisto

I monopattini elettrici offrono un mezzo di trasporto più pulito, più verde e più sostenibile. Inoltre, nelle aree congestionate come le grandi città, possono far risparmiare tempo e denaro ai pendolari. Senza contare che aiutano a limitare l’impronta di carbonio e a ridurre l’inquinamento atmosferico e la congestione stradale.

Sappiamo bene che i monopattini elettrici hanno una cattiva fama, ma ciò non è necessariamente dovuto a questi meravigliosi veicoli elettrici. È piuttosto a causa di piloti irresponsabili e delle norme stradali poco rigorose che ne regolano l’uso su strade e vie pubbliche, a causa del fatto che sono piuttosto recenti. Quando i monopattini elettronici sono guidati in modo sicuro, offrono in realtà molti vantaggi ai conducenti e all’ambiente.

Noi stessi abbiamo testato molti monopattini elettronici, da quelli più economici a quelli di qualità superiore. E sappiamo quali sono i modelli da consigliare agli utenti occasionali, ai pendolari quotidiani e ai ciclisti di collina.

MediaPrezzi.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it
Come guadagniamo?

Miglior Monopattino Elettrico 1

Migliori monopattini elettrici

AOVOPRO ES80

Aovopro Es80

Controlla il prezzo (Amazon)

Se state pensando di acquistare un monopattino elettrico, ma non volete spendere troppo, l’Aovo Pro ES80 ha delle specifiche molto buone per il prezzo. Con il continuo aumento della popolarità dei monopattini elettrici, è bello vedere che alcuni produttori offrono opzioni economiche.

L’ES80 è dotato di un tipico motore da 350w. Con poco più di 360Wh di energia totale, questa batteria ha un’autonomia dichiarata di 30-35 km, ma questo è riferito a un ciclista di 40 kg su una strada pianeggiante in modalità di potenza minima. L’autonomia reale sarà più vicina ai 20 km.

L’AOVOPRO ES80 è impermeabile con grado di protezione IP65. La classificazione IP65 significa che dovrebbe essere in grado di andare sotto la pioggia, anche se personalmente eviterei le pozzanghere.

L’applicazione per smartphone ha alcune funzioni utili, in particolare la funzione di blocco di sicurezza che disattiva il monopattino da remoto.

Sulla carta, l’Aovo ES80 / M365 Pro sembra un ottimo monopattino per il suo prezzo. In base alla mia esperienza personale di guida di monopattini elettrici molto simili, questo non sarà adatto ai motociclisti più pesanti. Se pesate meno di 70 kg, l’Aovo ES80 dovrebbe andare benissimo, ma anche in questo caso le salite saranno limitate al massimo a pendenze poco elevate.

Anche il peso del conducente influisce drasticamente sull’autonomia della batteria: l’autonomia dichiarata di 30-35 km è stata ottenuta con un carico irrealistico di 40 kg; questo test avrebbe dovuto essere effettuato con un carico di 60 kg per renderlo più realistico.

Se state pensando di provare un monopattino elettrico, ma non volete spendere troppo, l’Aovo ES80 merita di essere preso in considerazione.

NIU KQi3 Sport

Niu Kqi3 Sport

Controlla il prezzo (Amazon)

L’azienda cinese Niu è stata fondata nel 2014 e da allora ha prodotto diversi veicoli elettrici a due ruote, tra cui il monopattino elettrico Niu MQi GT Evo.

La Niu KQI3 offre una qualità di guida morbida che vi piacerà. Il frizzante motore elettrico che aziona la ruota posteriore ha una coppia adeguata e spinge il KQi3 in avanti rapidamente, offrendo comunque un buon controllo.

La pedana, ben rifinita con un materiale simile alla gomma per una maggiore aderenza, è abilmente proporzionata e consente di adottare diverse posizioni di guida. Niu afferma che il manubrio è più largo del 25% rispetto ad altri modelli. Questo si nota, ma non offre molto in termini di comfort.

Sono disponibili quattro modalità di guida: E-Save, Sport, Custom e Pedestrian. La modalità E-save predefinita limita la velocità del KQi3 e regola la coppia del motore elettrico per offrire una guida più fluida e aumentare la durata della batteria.

Le modalità personalizzate consentono d’impostare la velocità massima del KQi3, che raggiunge i 30 km/h. La modalità pedonale, invece, limita il monopattino a circa 7 km/h ed è pensata per l’uso nei centri abitati (ma ricordiamo che nei Paesi Bassi è illegale usare monopattini elettrici privati sulle strade pubbliche).

Una batteria da 365 kW si trova sotto la pedana del KQi3 ed è accoppiata a un motore elettrico montato posteriormente con una potenza massima di 600 W. Il Niu ha un’autonomia di 40 km e può essere ricaricato in circa cinque ore.

Il KQi3 ha anche un’impressionante capacità di scalare le colline, e Niu promette lo stesso livello di prestazioni su colline con pendenza del 15%.

Il Niu KQi3 è un buon monopattino, ma il software è troppo complicato così come il sistema di controllo basato sull’app, rendendo il KQi3 meno raccomandabile ai potenziali acquirenti.

Recensione del monopattino elettrico NIU KQi3 – Sport, Pro o Max?

Niu KQi2 Pro

Niu Kqi2 Pro

Controlla il prezzo (Amazon)

Il monopattino elettrico Niu KQi2 Pro è il successore del primo monopattino elettrico KQi3 dell’azienda. Si pensa già che il KQi2 possa diventare un serio concorrente dei popolari monopattini Xiaomi e Segway.

Il NIU KQi2 Pro è un monopattino per pendolari. Se la distanza del vostro tragitto giornaliero è fino a 25 km, questo monopattino è una scelta valida. È progettato per persone di almeno 14 anni di età e con un peso massimo di 100 kg. Poiché il monopattino non ha sospensioni, è destinato soprattutto all’ambiente urbano.

Il Niu KQi2 Pro è dotato di un motore al mozzo posteriore da 300W. Tuttavia, la potenza di picco del motore è di 600W. L’accelerazione del Niu KQi2 è molto fluida e graduale. La velocità massima è di 25 km/h per i modelli europei. Tuttavia, la velocità massima dello stesso monopattino è limitata a 20 km/h se lo si acquista dalla Germania.

Sono abbastanza sicuro che il monopattino abbia abbastanza potenza per andare ancora più veloce. La velocità massima è limitata a questi numeri per legge. Per me, la velocità massima di 25 km/h per un monopattino da pendolari è giusta. È più veloce delle biciclette, ma non così veloce da diventare pericoloso per i pedoni.

Una caratteristica interessante è che si può impostare il proprio limite di velocità al di sotto di quello massimo del monopattino. È possibile farlo utilizzando l’app di Niu. Quindi, se si lascia che il proprio bambino guidi il monopattino elettrico, può essere utile limitare la velocità per motivi di sicurezza.

Il KQi2 ha una batteria con una capacità energetica di 365 Wh. Niu sostiene che l’autonomia massima è di 40 km. Nella vita reale, non bisogna mai pensare di ottenere questo risultato. I test di autonomia dei produttori sono solitamente effettuati in condizioni ideali, che raramente si verificano nella realtà.

Nel mio primo test di autonomia, ho utilizzato la modalità top performance e sono riuscito a percorrere 25 km. Si tratta di un risultato migliore rispetto alla maggior parte degli altri monopattini di questa fascia di prezzo.

Il grado di pendenza ufficiale del NIU KQi2 è del 15%. Ciò significa che il monopattino dovrebbe essere in grado di affrontare colline fino a 9 gradi.

Il telaio del monopattino è realizzato in alluminio aerospaziale. Sembra molto solido e resistente. Allo stesso tempo, il monopattino pesa solo 18 kg e può sopportare conducenti fino a 100 kg.

Il monopattino elettrico Niu KQi2 Pro è dotato di un grado d’impermeabilità IP54. Ciò significa che il monopattino è protetto dagli spruzzi a bassa pressione. Questo livello di resistenza all’acqua viene spesso definito “splashproof” e ciò significa che il Niu KQi2 non è assolutamente impermeabile.

In conclusione, posso dire che NIU KQi2 Pro è un monopattino elettrico eccellente. Ha tutte le carte in regola per diventare il monopattino elettrico più popolare della sua categoria.

Ducati Pro-II

Ducati Pro Ii

Controlla il prezzo (Amazon)

La Ducati produce motociclette dal 1950 ed è conosciuta soprattutto per le moto ad alte prestazioni come le Ducati Monster; ma l’azienda bolognese si è ora cimentata nel settore dei monopattini elettrici con il marchio Urban e-Mobility. Ma l’azienda italiana ha trasferito la sua eccellenza nella produzione di moto ai suoi monopattini elettrici, in particolare al Pro II Evo?

Il Ducati Pro II Evo è un monopattino elettrico pieghevole, presentato per la prima volta nel 2021. Il design della gamma Ducati Pro ricorda i modelli Xiaomi e, dato che il Ducati Pro I era fondamentalmente uno Xiaomi con un altro nome, sembra che anche questi siano prodotti da Ninebot. Tuttavia, il Pro II Evo e il Pro III presentano differenze evidenti e importanti rispetto agli Xiaomi.

Il Ducati Pro II Evo ha la solita velocità massima di 25 km/h (16 mph), un’autonomia di 40 km e un peso di 15,5 kg. La batteria è alloggiata nella base (anziché nell’attacco del manubrio). Il cruscotto mostra qualcosa di più del normale cruscotto di un monopattino ed è forse più simile al cruscotto di una moto. È abbastanza facile da assemblare e c’è un’app Ducati per connettersi al monopattino.

Come il Lamborghini AL1, il Ducati Pro II Evo utilizza una lega di magnesio anziché di alluminio, uno dei modi in cui i monopattini elettrici di fascia alta si differenziano. Il principale vantaggio dell’uso del magnesio (per il consumatore) è che è più leggero di circa un terzo rispetto all’alluminio; ma con circa 15,5 kg, il Pro II Evo è ancora relativamente pesante. Il magnesio è più costoso dell’alluminio, quindi comporta un costo aggiuntivo per il monopattino.

Ducati ha pensato a rendere la guida più fluida rispetto alla maggior parte dei produttori: non solo ha pneumatici da 10”, ma il Pro II Evo è dotato di sospensioni anteriori e posteriori.

Il Ducati Pro II è dotato di una batteria da 36 V, 10,4 Ah che fornisce 374 Wh, un valore piuttosto buono e che offre un’autonomia di 40 km. La potenza nominale del motore è di 350 Watt, anch’essa superiore alla media. La velocità dell’e-scooter è, ovviamente, limitata artificialmente.

Non c’è nulla che non piaccia nel Ducati Pro II Evo. È più costoso dello Xiaomi Pro 2 e del Lamborghini AL1, ma presenta chiari vantaggi rispetto a entrambi.

Xiaomi Mi Electric Scooter 3

Xiaomi Electric Scooter 3

Controlla il prezzo (Amazon)

Il modello migliore dopo lo Xiaomi Electric Scooter 4 Pro è il Mi Electric Scooter 3. Questo modello è dotato di un motore elettrico che offre una potenza massima di 600W e può raggiungere una velocità massima di 25km/h. Lo Xiaomi Mi Electric Scooter 3, che ha un’autonomia di 30 km grazie al sistema di recupero dell’energia cinetica, è dotato di un doppio freno a disco che consente una frenata sicura.

La carrozzeria, rinforzata con alluminio secondo gli standard dell’aviazione, è molto più resistente di altri modelli concorrenti, garantendo una maggiore longevità. Come altri monopattini elettrici Xiaomi, questo modello può essere piegato e portato con sé. L’altezza del manubrio non è regolabile a causa del sistema di piegatura.

Lo schermo a LED sul manubrio offre una chiara guida visiva di tutte le informazioni necessarie, tra cui la velocità, la durata della batteria e la modalità di guida. Mostra anche quando i fari sono accesi, quando si è connessi via Bluetooth al telefono e quando il monopattino è stato bloccato.

Il monopattino ha una classificazione IP54 per acqua e polvere, il che significa che va bene per gli schizzi e la polvere di tutti i giorni, ma non sarebbe adatto a condizioni veramente umide. Significa anche che non si dovrebbe usare un’idropulitrice per pulirlo, perché potrebbe danneggiare l’impianto elettrico.

Il motore più grande fa il suo dovere quando si tratta di salite. Non ha avuto problemi con le colline leggere e non ha mostrato alcun segno di rallentamento. Una cosa da notare è che è necessario arrivare a circa 6 km/h prima che il motore entri in funzione, quindi è necessario dare una spinta decente da fermo, altrimenti non si andrà da nessuna parte.

Con 7650 mAh, lo Xiaomi Mi Electric Scooter 3 non ha la batteria più grande, ma offre un’impressionante autonomia di 30 km. Sebbene questa cifra si basi sull’utilizzo dell’impostazione economica a circa 15 km/h, sono stato comunque in grado di arrivare a circa 27,5 km utilizzandolo principalmente in modalità sport e alla massima velocità.

Lo Xiaomi Mi 3 è un ottimo monopattino che offre tutte le funzioni necessarie pur essendo abbastanza piccolo e leggero da poter essere preso e trasportato all’occorrenza. Non solo è robusto e ben fatto, ma grazie agli pneumatici ad aria offre anche una guida abbastanza fluida.

Recensione Xiaomi Mi Electric Scooter 3

Segway Ninebot F25

Segway Ninebot F25

Controlla il prezzo (Amazon)

Il Segway Ninebot F25 è uno monopattino elettrico per chi desidera un’esperienza indimenticabile con un budget limitato. Offre un mezzo di trasporto divertente e veloce.

L’autonomia massima di questo monopattino è di 20 km. Non è certo il massimo, ma probabilmente è sufficiente per andare al lavoro e tornare a casa.

Il Segway F25 raggiunge una velocità massima di 25 chilometri all’ora. Si raggiungono i 25 km/h in modalità sportiva e i 15 km/h in modalità ecologica. La velocità del monopattino, tuttavia, può variare in proporzione al peso del pilota e alla pendenza della collina.

È dotato di pneumatici da 10” che garantiscono un’aderenza superiore anche su strade sterrate, offrendo così una guida molto confortevole. Inoltre, questo straordinario pneumatico garantisce una guida più fluida e sicura.

Se desiderate un monopattino tuttofare con pneumatici da 10”, uno stile elegante e un’autonomia decente a un prezzo ragionevole, il Segway Ninebot kickscooter F25 è il vostro monopattino elettrico. La possibilità di passare da una modalità di guida all’altra, quella ecologica, quella standard e quella sportiva, utilizzando il display a LED in tempo reale, migliora notevolmente l’esperienza dell’utente.

Xiaomi E-Scooter Pro 2

Xiaomi Electric Scooter Pro 2

Controlla il prezzo (Amazon)

Xiaomi ha aggiornato l’e-scooter M365 Pro come parte della sua nuova serie di monopattini. Il nuovo monopattino non si chiama più “M365″, ma si chiama semplicemente Xiaomi Pro 2. Fin qui tutto semplice. Ma quali sono le differenze tra l’M365 Pro e il Pro 2? Diamo un’occhiata al monopattino Xiaomi Pro 2 per scoprirlo.

Come il suo predecessore, il Pro 2 ha un design pieghevole semplice, un’autonomia di 45 km e una velocità massima di 25 km/h. È inoltre dotato di cruise control, luci anteriori e posteriori, freni E-ABS, app mobile e pneumatici. Anche il telaio è sostanzialmente lo stesso dell’M365 Pro. L’altezza del manubrio non è regolabile a causa del sistema pieghevole.

La batteria del monopattino si trova nella base e il telaio è in alluminio. È robusto e il meccanismo di piegatura permette di piegarlo o dispiegarlo in pochi secondi (Xiaomi dice tre secondi). Tuttavia, la batteria, la robustezza e il prezzo contenuto rendono il dispositivo piuttosto pesante, con i suoi 14,2 kg. In parole povere, c’è una correlazione diretta tra l’autonomia di un monopattino e il suo peso.

Come l’M365 Pro, il Pro 2 è ben bilanciato e facile da controllare (a patto di non fare curve strette). I pneumatici Xiaomi hanno un diametro di 8,5” (circa 22 cm) e sono riempiti d’aria. L’idea alla base è che gli pneumatici riempiti d’aria rendono la guida più confortevole. Tuttavia, non ci sono sospensioni, quindi si tratta di un compromesso tra le due opzioni.

La batteria del Pro 2 ha la stessa capacità e potenza di quella dell’M365 Pro e offre la stessa velocità massima di 25 km/h e un’autonomia di 45 km. L’autonomia è abbastanza precisa, ma la velocità massima di solito non viene raggiunta. Il miglioramento della batteria è stato nel renderla più sottile, secondo Xiaomi, e consente tempi di ricarica più rapidi (8 ore) e una maggiore durata complessiva (che forse è più importante). Vale la pena notare che le prestazioni del monopattino calano non appena il livello della batteria scende sotto il 5%.

Recensione Xiaomi Pro 2

Aprilia eSR2 Evo

Aprilia Esr2 Evo

Controlla il prezzo (Amazon)

Da Jeep a Ducati e ora Aprilia, le principali case motociclistiche e automobilistiche stanno lentamente lasciando il segno nel mondo dei monopattini elettrici con il rilascio di prodotti di qualità superiore. Come la Ducati, che ha lanciato la sua linea di monopattini con il Pro-III che è l’ultimo nato, anche l’Aprilia non è stata esclusa dalla rivoluzione degli e-monopattini.

L’eSR2 Evo è un miglioramento del suo predecessore, l’eSR2. Entrambi condividono lo stesso concetto di design e una velocità massima simile, ma c’è una differenza significativa in alcune delle caratteristiche principali.

  • L’eSR2 Evo ha una batteria di maggiore capacità da 48V 14,4Ah 691Wh, mentre quella dell’eSR2 è da 36V 8,0Ah 288Wh.
  • Naturalmente, c’è una differenza di autonomia. L’eSR2 Evo può percorrere fino a 35 km, mentre l’eSR2 solo 25 km.
  • La batteria dell’eSR2 Evo ha un tempo di ricarica maggiore.
  • L’eSR2 Evo pesa 21 kg, mentre l’eSR2 pesa solo 18,5 kg, probabilmente a causa della batteria più piccola.
  • L’eSR2 Evo è spinto da un motore da 500 W, mentre l’eSR2 ha un motore da 350 W.
  • L’eSR2 Evo costa ovviamente di più.
  • Nel complesso, la eSR2 Evo promette prestazioni ineguagliabili per soddisfare le esigenze dei pendolari urbani.

L’Aprilia eSR2 Evo è un miglioramento dell’eSR2 e un road racer da tenere d’occhio, grazie a un motore e a una batteria più potenti e performanti. Il monopattino è spinto da un motore brushless da 500W e alimentato da un’impressionante batteria da 48V 14,4Ah 691 Wh. La batteria, che si ricarica in meno di 7 ore, garantisce un’autonomia fino a 35 km.

L’eSR2 Evo ha un design elegante e aerodinamico per evitare la resistenza aerodinamica e migliorare l’accelerazione e l’autonomia. Il monopattino è stato costruito con gusto in lega di alluminio e sfoggia i classici colori Aprilia, simili a quelli delle moto da corsa Aprilia RS-GP della MotoGP.

Con un peso di 21 kg, eSR2 Evo è piuttosto pesante per un monopattino da pendolarismo. Tuttavia, questo non significa che non sia portatile. Rimane infatti trasportabile grazie a un semplice meccanismo di ripiegamento che gli permette di ridursi in maniera compatta, facile da trasportare su brevi distanze e da inserire in spazi ridotti.

Il monopattino elettrico Aprilia eSR2 Evo ha prestazioni discrete sui percorsi cittadini. È spinto da un potente motore brushless da 500 watt che lo spinge a una velocità massima di 25 Km/h. I conducenti possono anche regolare la velocità massima in base alla loro esperienza, al terreno e alle condizioni della strada grazie alle 3 modalità di velocità.  Il motore ha una coppia incredibile e può spingere il monopattino su pendenze fino al 20% e trasportare piloti con un peso massimo di 100 kg.

Aprilia eSR2 Evo vale sicuramente la pena di essere acquistato a questo prezzo.  Il sistema a doppia sospensione, l’illuminazione adeguata, l’estetica, l’ergonomia, l’applicazione utente, l’autonomia grazie alla potente batteria e l’affidabile velocità massima rendono il monopattino degno di essere preso in considerazione da qualsiasi pendolare serio. Tuttavia, ci piacerebbe vedere dei miglioramenti ai freni, magari passando a dei più efficaci freni a disco idraulici.

Miglior Monopattino Elettrico 2

Cose da considerare prima dell’acquisto

In questa sezione, condivideremo le considerazioni più importanti da fare per essere sicuri di ottenere il monopattino ottimale per le vostre esigenze.

Velocità, accelerazione e potenza del motore

La prima caratteristica a cui si guarda è spesso la velocità massima. La velocità del monopattino elettrico è determinata da molti fattori, ma la potenza del motore è la parte più essenziale dell’equazione.

I monopattini elettrici sono dotati di uno o due motori. I modelli più economici ne hanno spesso solo uno, mentre i monopattini elettrici di fascia alta ne hanno due. I motori sono collocati all’interno delle ruote e la loro potenza è generalmente misurata in watt.
La velocità massima media di un monopattino elettrico per adulti entry-level è di solito di circa 25 km/h, mentre quelli più veloci possono raggiungere i 75 km/h e oltre. Paesi come la Germania regolano la guida dei monopattini con velocità massime di 20 km/h, quindi potrebbe non essere l’ideale prenderne uno di fascia alta, a meno che il vostro Paese non abbia leggi diverse o vogliate sfidare la sorte.

Un aspetto spesso trascurato, tuttavia, è l’accelerazione. Questa determina la rapidità con cui il monopattino aumenta la sua velocità. Una buona accelerazione vi permetterà di superare facilmente le pendenze. I sistemi a doppio motore di solito hanno un’accelerazione sensibilmente migliore, ma nei modelli leggeri per il pendolarismo spesso è sufficiente un solo motore.

Batteria e autonomia

L’autonomia è probabilmente l’aspetto più importante da considerare quando si sceglie un monopattino elettrico. Considerate sempre l’uso che ne farete e la distanza che volete percorrere.

Volete portare il monopattino fino all’autobus? Volete fare lunghi tragitti per andare e tornare dal lavoro o volete semplicemente qualcosa con cui giocare nei fine settimana?

L’autonomia è determinata principalmente dalla batteria, ma anche variabili come il peso del conducente, il peso del monopattino, il terreno e la velocità influiscono sull’autonomia. La maggior parte dei monopattini elettrici suggeriti sopra vi consentirà di percorrere facilmente più di 15 chilometri per carica, con alcuni che raggiungono la quarantina.

La maggior parte delle batterie sono del tipo “agli ioni di litio”. Sono estremamente popolari nella micromobilità perché sono leggere, piccole e richiedono poca manutenzione.

La potenza della batteria si misura in volt. Più alta è la tensione, più corrente può scorrere. La capacità della batteria (importante per l’autonomia) si misura in Ah (amp-ore). Più è alta, meglio è.

Se una batteria ha una capacità di 6Ah, significa che produce una corrente di 6 ampere e si scarica in un’ora. A volte i marchi di monopattini sovrastimano le loro statistiche, quindi è sempre utile poter confrontare i monopattini in base agli Ah.

Se la sicurezza è una priorità per voi, assicuratevi che qualsiasi monopattino con batteria al litio abbia la certificazione UL. Queste batterie sono più instabili di altri tipi. La certificazione UL significa che la batteria è stata sottoposta a test rigorosi per garantire che non si surriscaldi o esploda.

Sospensioni, pneumatici e terreno

Un aspetto che molti trascurano quando acquistano un monopattino elettrico sono le sospensioni. Se si viaggia su un terreno liscio e pianeggiante a 10 km/h, le sospensioni non sono così importanti, ma più si va veloci e più il terreno diventa impegnativo, più si ha bisogno di sospensioni.

La scorrevolezza della guida dipende direttamente dall’assorbimento degli urti che il veicolo è in grado di garantire. Le sospensioni e gli pneumatici influiscono sull’assorbimento degli urti.

Qualità costruttiva

La qualità della costruzione di un monopattino elettrico deve essere presa in considerazione al momento dell’acquisto. Se non è di buona qualità, il monopattino non sarà in grado di gestire l’uso quotidiano per molto tempo. I monopattini sono realizzati con materiali come legno, plastica, alluminio e acciaio. Si vedranno parole come “aeronautico”, “militare” e così via, che possono dare un’idea della robustezza del monopattino.

Sistema frenante

Non dimenticate di controllare il sistema frenante del monopattino che state considerando. Potreste distrarvi cercando di trovare la velocità o l’autonomia migliore, ma la frenata è altrettanto importante. Esistono due tipi di sistemi: a fascia e a disco.

I freni a fascia spesso bloccano le ruote, invece di rallentare gradualmente, il che può essere pericoloso se si procede a velocità sostenuta. Tutti i tipi di freni a fascia hanno questo inconveniente, in particolare i freni a fascia anteriori, poiché se non si è preparati, si rischia di finire sul manubrio.

Freni a disco: il miglior monopattino elettrico avrà probabilmente un sistema di freni a disco, o freni a V, sia sull’anteriore che sul posteriore. È possibile acquistarli con un solo freno, ma non si fermano altrettanto rapidamente.

Con due freni si ha un maggiore controllo. In genere si frena la ruota anteriore con un comando sul manubrio e si preme un piccolo cuscinetto sul retro per fermare la ruota posteriore.

Miglior Monopattino Elettrico 3

I monopattini elettrici sono sicuri?

Sì, i monopattini elettrici sono sicuri se si seguono i comuni consigli di sicurezza. Questi includono, ma non si limitano a: indossare il casco, tenere gli occhi sulla strada, dotarsi di un’illuminazione adeguata.

Posso guidare un monopattino elettrico sotto la pioggia?

Dipende molto dal modello di monopattino elettrico che avete e dal grado di protezione IP (ingress protection) che ha. La maggior parte dei monopattini elettrici per pendolari ha una protezione contro i getti d’acqua provenienti da tutte le direzioni, il che conferisce loro un grado di protezione IPX5 o IPX6. Tuttavia, non è consigliabile utilizzarli durante la pioggia, in particolare in caso di forti acquazzoni, probabilmente in caso di allagamenti.

Se volete qualcosa di completamente sicuro da usare sotto la pioggia, vi consigliamo di trovare qualcosa che possa sopravvivere all’immersione. In questo caso il grado di protezione IP è IPX7 o superiore.

Miglior Monopattino Elettrico 4

Conclusione

Prima di procedere all’acquisto, è bene considerare la distanza da percorrere, il peso totale da trasportare (compreso quello di sé stessi) e l’ambiente in cui si viaggerà.

A quanto pare, i monopattini elettrici hanno un futuro brillante con molto spazio per evolversi. Vediamo cosa ci riserverà il futuro.

Questo articolo è stato utile?
No
Liam Ferraro
Liam Ferraro
Articoli: 5

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *